Paese

Castelchiodato è una frazione di Mentana, in Provincia di Roma. 00013 Mentana RM
Gli abitanti sono chiamati Castellani. Esso è situato su una collina, in prossimità della strada provinciale Palombarese, a circa 7 km da Mentana. Gli abitanti sono circa 1700.
Altitudine circa 170m s.l.m.
Dista da Roma una trentina di chilometri, e si raggiunge da Roma uscendo dal Raccordo anulare (uscita Nomentana) per un paio di chilometri, poi, alla rotatoria della Palombarese girare per Palombara/Sant’Angelo Romano e proseguire per 15 chilometri circa, prima di giungere a Palombara girare a sinistra al bivio di Castelchiodato.

Monumenti e luoghi d’interesse
Resti del Castello Savelli e delle mura difensive. Alcuni resti del castello e delle fortificazioni, ne rimangono alcuni brandelli.Del castello la parte centrale rimane distrutta e sostituita da un serbatoio d’acqua.2 porte sono in via Croce e in via Savelli, quest’ultima convertita in frantoio.Scultura su legno di S. Salvatore.Forno a legna del 1200.Sparsi nelle campagne adiacenti fontanili rurali pittoreschi per l’abbeveraggio di animali.Resti di mura medievali.Resti delle case del borgo originario inglobati nelle case odierne.

Gli edifici di culto
La Chiesa di Santa Maria Vergine e Madre. Questa chiesa è posta al di fuori delle mura, ed è stata la chiesa parrocchiale del borgo medievale prima della costruzione del Castello Savelli. Veniva usato anche come cimitero con tombe divise in 3 serie di tombe comuni: una per gli uomini; una per le donne ed una per i bambini.Vi sono anche dei dipinti Santa Maria con drago e Santa Caterina, dietro l’altare, Sant’Antonio abate e i Santi Cosma e Damiano, nei muri laterali.La chiesa di Santissimo Salvatore. Sorge accanto alla chiesa di Santa Margherita, all’interno vi è la scultura lignea del SS. Salvatore.
La Chiesa di Santa Maria degli Angeli. Sita dentro le mura. Nell’interno vi è il soffitto a capriate, di costruzione in epoca non ben identificata. Nella parete sopra l’altare vi è un dipinto su tela con cornice d’oro di Giuseppe d’Arpino, raffigurante la Madonna con Bambino, con, ai lati i Santi, Margherita vergine e martire, Nicola da Tolentino, Agostino e Monica.Il Santuario del Santissimo Salvatore. Dista 4 chilometri dal paese, in piena campagna. Qui vi venne ritrovata la scultura lignea del SS. Salvatore. Ogni anno, il 1º giugno, è meta di pellegrinaggio, con messa, festa e processione.